google-site-verification=cQK6OinVuPgJUAMXuZgjk5DkEsf1bIwQTyBAinNYAVk
Connect with us

primo piano

0 emozioni, 0 gol: Sinalunghese – Pianese termina in parità

Published

on

SINALUNGHESE – PIANESE 0-0
Sinalunghese:
Marini, Meoni, Tenti (88′ Menchetti), Fanetti, Pietrobattista, Corsetti, Doka Bj., Cerofolini (75′ Romanini), Sciacca (83′ Bucaletti), Mangiaratti (75′ Pierangioli), Papa (55′ Redi). A disp. Garbinesi, Ferretti, Minocci, Doka Br. All. Simone Marmorini
Pianese: Wroblewski, Ambrogio, Sabatini (46′ Chinnici), Misimovic, Bernardini, Simeoni, Marino, Kondaj, Arras (88′ Vai), Zini (46′ Mengali), Islamaj (57′ Candiano). A disp. Sorzi, Muratore, Folino, Lepri, Tampwo. All. Guido Pagliuca
Arbitro: Rizzello di Casarano (Passaro-Brizzi)
Note: angoli 1-4. Ammoniti Cerofolini, Tenti, Corsetti, Arras, Menchetti.

Redi-Bucaletti, Candiano-Mengali: il derby infrasettimanale tra Sinalunghese e Pianese è caratterizzato dal turnover e dalla mancanza di quattro dei pezzi migliori delle due squadre. Il gioco ne risente, sin dai primi minuti: è anche vero, però, che l’imminente impegno contro il Siena costringe Marmorini a far rifiatare il fantasista di Asciano e l’ex Baldaccio Bruni, ancora provati dalla sconfitta di Trastevere. Rivoluzionato anche l’11 bianconero: Pagliuca presenta Islamaj trequartista dietro ad Arras e Zini, ancora non al meglio della condizione. I locali, tra l’altro, si presentano in campo con una anomala maglia gialla, utilizzata negli ultimi anni soltanto nel 2018/2019 sempre in casa e sempre contro Guido Pagliuca, allora allenatore del Ghivizzano: il match, per la cronaca, terminò 4-0 per i lucchesi.
Al secondo minuto, Pianese subito in avanti con il colpo di testa di Islamaj, che termina di poco a lato. Pressione alta, Pagliuca infuriato. Da quel momento le squadre si studiano a vista, sbagliano e ripartono. I giocatori di Pagliuca pressano altissimo, e attraverso i contropiedi e creano gioco sugli errori e sulle disattenzioni avversarie, quelli di Marmorini giocano di rimessa. Al 23′, in contropiede, i bianconeri chiedono un calcio di rigore per atterramento di Corsetti su Arras: onestamente, l’attaccante sembra accentuare la caduta. L’occasionissima, per gli ospiti, arriva 8′ dalla fine: Zini inizia e conclude l’azione, sgattaiolando dietro mezza difesa rossoblu e concludendo, debolmente, contro Marini, che respinge coi piedi. La risposta della Sinalunghese non tarda ad arrivare: a 180 secondi dal termine della prima frazione, Cerofolini cerca il jolly da fuori area, ma il suo destro soffia alla destra del palo.
Nemmeno il tempo di riniziare dopo l’intervallo che Arras, memore dell’eurogol al volo fatto contro lo Scandicci, fa copia-incolla dopo una punizione di Marino: il suo quasi omonimo Marini, però, si allunga e salva il risultato. La partita si fa divertente: al 62′ l’occasione buona capita sul sinistro del neoentrato Redi, che in diagonale impegna “il gatto di Varsavia” Wroblewski, felino a salvare; sul capovolgimento di fronte, il colpo di testa di Mengali – che prende il posto del claudicante Zini ad inizio ripresa – scaturito da calcio d’angolo viene bloccato da Marini. Simeoni, ad una dozzina di minuti dal termine, prova l’incursione in area: se non fosse stato per Tenti, immolato davanti alla porta, il risultato sarebbe cambiato. Da quel momento saltano gli schemi, e la stanchezza la fa da padrona: da segnalare soltanto lo sfortunato infortunio al ginocchio di Tenti, che con ogni probabilità costringerà la Sinalunghese a fare a meno del difensore per qualche tempo. Come due anni fa, il match finisce 0-0: un pareggio che non cambia la situazione in classifica di entrambe le squadre, sempre nel pieno della lotta per la salvezza.

Advertisement
Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: