Connect with us

Eccellenza

Intervallo – Eccellenza “B”: dove eravamo rimasti?

Published

on

L’Eccellenza è sempre stata tra le categorie più indecifrabili e anche quest’anno, a cinque giornate dal termine e prima del lockdown, stavamo assistendo ad un campionato ancora tutto da decidere, soprattutto per quanto riguarda la lotta al titolo.

In testa ci sono Badesse e Sinalunghese, due squadre praticamente agli antipodi se si guardano le statistiche: i biancoblù sono il miglior attacco del torneo con 45 gol realizzati, mentre i rossoblù conducono per distacco la classifica delle migliori difese, con sole 15 reti al passivo. I campionati li vincono i grandi attacchi o le insuperabili difese? Questo è un quesito che tormenta gli appassionati di calcio dalla notte dei tempi ma, se si ricomincerà, alla fine di questa stagione avremo una risposta esauriente dall’esito di questo Girone B di Eccellenza.

Due punti separano le prime della classe, aspettando lo scontro diretto in casa della Sinalunghese alla penultima giornata, con la squadra di Marmorini che nelle ultime tre uscite dovrà affrontare Badesse, Lastrigiana e Terranuova Traiana, tutte squadre nei primi quattro posti della classifica. I rossoblù vengono da 11 risultati utili consecutivi e non perdono proprio dal match di andata contro le Badesse; con questa lunga striscia di risultati positivi, la Sinalunghese è riuscita a rosicchiare costantemente punti alla formazione allenata da Fabio Guarducci, subentrato a Deri dopo la sconfitta casalinga contro la Baldaccio Bruni.

Terranuova Traiana e Lastrigiana, quest’ultima a pari merito con il Porta Romana, chiudono ad ora il cerchio playoff, in una classifica cortissima che dal quarto al dodicesimo posto vede nove squadre racchiuse in 6 punti: emblema della “follia” e dell’imprevedibilità di questo campionato è il Poggibonsi, passato nelle ultime cinque gare dal quarto posto, valevole per i playoff, a ridosso della zona playout, solo due punti sopra il Signa che ad oggi occupa l’ultimo posto che lo costringerebbe agli spareggi per non retrocedere. In mezzo una interminabile bagarre tra Zenith Audax, Valdarno, Antella, Baldaccio Bruni e Colligiana, per un finale di campionato più indeciso che mai.

La “zona rossa”, utilizzando un termine tristemente noto in questa parentesi storica, è occupata come detto dal Signa, a quota 31, seguito a ruota dal Sangimignano, mentre Foiano e Fortis Juventus occupano rispettivamente la terzultima e la penultima posizione, ormai quasi condannate a giocarsi gli spareggi. Ultima senza appello, invece, la Rignanese, squadra che si è presentata ai nastri di partenza con una squadra estremamente giovane per poter affrontare la categoria sperando nella salvezza.

La classifica a cinque giornate dalla fine

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: