Connect with us

Siena Calcio

Robur, il preparatore atletico Coralli: “Un professionista non può stare 4 mesi inattivo”

Published

on

Intervenuto a Canale 3 Marco Coralli, preparatore atletico della Robur Siena, ha parlato degli allenamenti “casalinghi” che stanno seguendo i giocatori bianconeri: “Ci sono delle difficoltà perché non ci possiamo vedere fisicamente, ma sono giocatori professionisti con esperienze alle spalle, e grazie al contatto quotidiano riusciamo a programmare un lavoro mirato sia sotto l’aspetto aerobico che della forza”. Non dev’essere facile controllare tutti e per questo Coralli ha formato “una chat col mister e lo staff tecnico, dove carico dei video e simulo insieme al mio collega Gian Marco Benelli degli esercizi che i ragazzi svolgono a casa, e lo dimostrano tramite dei video che ci inviano. Così verifichiamo se sono stati fatti correttamente“.
L’idea del preparatore atletico, comunque, non è tanto lontana da quella dei vari addetti ai lavori: “Un professionista non può stare 4 mesi inattivo, è necessario riprendere gli allenamenti. Se la situazione non lo permette ci adegueremo, ma se ci fosse la possibilità, almeno fino al 30 giugno, di fare solo lavoro fisico anche a gruppi, riusciremmo un po’ a ricaricare il motore. Se non ci fanno rientrare e la nuova stagione parte a luglio, a quel punto preferirei che i ragazzi si fermassero nel mese di maggio, per respirare dal punto di vista psicologico e ripristinare le energie mentali, e poi dal 1 giugno fino a quando comincia il ritiro chiederei un sacrificio: seguire un programma dettagliato”.

Advertisement
Click to comment
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: