Connect with us

primo piano

ESCLUSIVA CALCIOSENESE.IT – Presidente CRT Mangini: “Ecco TUTTE le decisioni del Comitato Regionale Toscana”

Published

on

Riparte il calcio dilettanti toscano con fiducia ed entusiasmo. Paolo Mangini, presidente della Lega Nazionale Dilettanti Toscana, ha parlato al termine del direttivo del Comitato Regionale Toscana, svoltosi in mattinata al Museo del Calcio di Coverciano, fissando i paletti sui quali si poggerà il movimento nella prossima stagione. Una stagione che “partirà -rivela – sia per quanto riguarda il calcio dilettanti, che quello giovanile, dalla seconda metà di ottobre, con la possibilità, a partire dal 1 settembre, di disputare i tornei giovanili e le gare delle coppe, per permettere alle società di riprendere fiato, dopo lo stop del Covid 19’. Si passa poi alla chiusura definitiva della stagione 2019/2020, interrotta il 1° marzo scorso. Ufficializziamo – le sue parole – la promozione delle prime classificate dei gironi dei campionati dalla Promozione alla Seconda Categoria. Per quanto riguarda la conferma del blocco delle retrocessioni negli stessi tornei, dovremo solo aspettare la ratifica del prossimo Consiglio Federale, in programma il 25 giugno. Tengo una volta di più a precisare che avremmo preferito che questo blocco si fosse esteso anche all’Eccellenza, in linea con quelle che erano le nostre indicazioni come Toscana. Ci siamo però dovuti attenere alle disposizioni decise dal Consiglio Federale, in merito alle due retrocessioni, una per raggruppamento, del suddetto campionato, che hanno modificato la situazione originaria”. Sono ufficiali le promozioni prosegue – delle tre finaliste della coppa Toscana di Prima e Seconda Categoria, nell’ordine San Piero a Sieve, Castiglioncello e Sancascianese, mentre la quarta, il Romagnano, la ottiene come prima della graduatoria del suo girone di Seconda. In Terza Categoria è ufficiale la promozione delle prime due classificate di ogni raggruppamento provinciale. Le due finaliste di Coppa Toscana di Promozione, così come le seconde classificate dello stesso campionato e di quelli di Prima e di Seconda, considera Mangini “entreranno a far parte di una graduatoria di merito, con la possibilità di allestirne anche una prioritaria, nella quale verrebbero inserite le seconde che hanno accusato un distacco minimo dalle prime in classifica, in linea con quelle che sono le disposizioni in merito anche della Lnd”. Mangini ufficializza anche il capitolo quote: “In Promozione ci sarà l’obbligo di schierare tre giovani, un 2000, 2001 e 2002. Mentre in Prima Categoria, il criterio viene dimezzato, con una sola quota dell’anno 1998”. Mangini chiude parlando anche della nuova inchiesta della Procura di Lucca che, a distanza di pochi mesi, ripropone la piaga di Calciopoli. “Sono situazioni – le sue parole – che riguardano la serie D. Tengo però a precisare, come presidente del CRT, che generano amarezza e incertezza e che provocano dispiacere in tutto il nostro movimento”.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: