Connect with us

primo piano

PLAYOUT – “Harakiri” della Pianese: 3-3 e retrocessione in Serie D

Published

on

“Clamoroso al Garilli!” potremmo dire, parafrasando una celebre esclamazione calcistica degli anni ’60: è quello che, in effetti, è successo poco fa allo stadio di Piacenza (dove si giocava a causa dell’indisponibilità dello stadio Voltini), con la Pianese che, pareggiando 3-3 contro la Pergolettese, ha di fatto salutato la Serie C dopo il primo anno tra i professionisti. Un vero e proprio harakiri quello della squadra di Piancastagnaio, che vinceva 3-1 fino a metà del secondo tempo in superiorità numerica e che, nel giro di 10 minuti, si è fatta rimontare: al 95′ minuto, l’arbitro Gariglio di Pinerolo ha sancito il ritorno della Pianese tra i dilettanti.
Mister Catalano, nel pre-partita, aveva completamente rivoluzionato la squadra, mantenendo soltanto 4 degli 11 titolari della gara d’andata; tra le novità erano presenti quei giocatori che avevano, da qualche anno, la maglia bianconera stampata addosso: Giacomo Benedetti, Giovanni Catanese e Damiano Rinaldini.
Eppure, malgrado i cambi, le cose si sono messe subito male per la Pianese: dopo appena 2 minuti la Pergolettese colpisce una traversa con il colpo di testa di Franchi e, al 4° minuto, l’errore di El Kaouakibi condanna i bianconeri al gol del vantaggio di Russo. Fine dei giochi? Nemmeno per idea. La squadra di Catalano non si dà per vinta: è “il mago” Damiano Rinaldini a pareggiare i conti poco più tardi, smarcandosi con il tacco e gonfiando la rete con un magistrale tiro a giro sul secondo palo. Il quarto d’ora di fuoco si chiude con un palo colpito e con il raddoppio, su rigore, sempre del numero 24 nativo di Pistoia, che l’anno scorso aprì le marcature nella gara contro il Seravezza, che aprì al club le porte del professionismo. Il match, da subito scoppiettante, vede un drastico calo nella restante mezz’ora del primo tempo; all’intervallo, il tecnico ospite Matteo Contini sostituisce l’autore del gol con Morello, che alla prima occasione calcia però a lato. E’ il preludio, questo, al momento clou di tutti i 90 minuti: Duca prende il secondo giallo, e viene espulso; la Pianese, di conseguenza, gioca gli ultimi 35 minuti in superiorità numerica e con un vantaggio che raddoppia quando Lucenti fallisce l’appoggio in area di rigore e regala la sfera a Manicone, che tutto solo manda alle spalle di Ghidotti.
La girandola di cambi successiva – nei gialloblu dentro Mosti per Lucenti, nei bianconeri dentro Romano e King Udoh per Figoli e Manicone – dà una scossa ai padroni di casa, che accorciano le distanze grazie all’inzuccata di Brero su calcio di punizione. Inspiegabilmente, la squadra del presidente Maurizio Sani si disunisce, subendo anche il terzo gol ad opera del neo entrato Ciccone. Sull’onda dell’entusiasmo, la squadra di Crema domina negli ultimi istanti della partita ottenendo, al 95′, la tanto agognata permanenza in terza serie. Una partita completamente buttata dalla Pianese, che si porta sul 3-1 e che, in maniera goffa, si fa rimontare di due gol nel giro di dieci minuti, pur essendo in 10 contro 11. Da stasera, quindi, le Zebrette tornano in Serie D: si dovrà vedere se, nei prossimi giorni, la società deciderà di fare domanda di ripescaggio o se, al contrario, sceglierà di tornare nei dilettanti.

PERGOLETTESE: Ghidotti; Villa, Brero, Lucenti (63′ Mosti), Bakayoko; Muchetti (55′ Ferrari), Agnelli, Duca; Russo (46′ Morello), Canessa (84′ Coly), Franchi (56′ Ciccone). A disp. Romboli, Panatti, Manzoni, Malcore, Faini, Girgi, Coly, Sbrissa. All. Matteo Contini
PIANESE: Vitali, Seminara (71′ Pedrelli), Cason (82′ Montaperto), Gagliardi, El Kaouakibi; Catanese, G. Benedetti (72′ Carannante), Simeoni, Figoli (64′ Romano); Rinaldini, Manicone (64′ Udoh). A disp. Fontana, Sarini, Latte Lath, Vavassori, Regoli, L. Benedetti, Polvani. All. Pasquale Catalano
MARCATORI: 4′ Russo (PE), 67′ Brero (PE), 77′ Ciccone (PE); 10′, 17′ Rinaldini (PI), 57′ Manicone (PI)
AMMONITI: El Kaouakibi, Carannante, G. Benedetti (PI)
ESPULSI: 52′ Duca (PE)

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: