Connect with us

Eccellenza

ECCELLENZA B – Federico Borri: “Giocare nel Poggibonsi è un onore”

Published

on

“Giocare nel Poggibonsi è un onore e mi regala molti stimoli. Indossare la maglia giallorossa mi riempie d’orgoglio. Questa è la mia città. Ora sta a me dimostrare quanto valgo“. Esordisce così in conferenza stampa Federico Borri, che vuol stupire con la maglia dei Leoni: “Ho impressi nella mente vari ricordi da piccolo tifoso. Sono cresciuto allo Stefano Lotti, recandomi spesso in trasferta a seguito della squadra assieme a mio padre. In particolar modo ho sempre in testa una gara esterna a Ferrara contro la Spal. Osservavo con ammirazione i calciatori del Poggibonsi del tempo. Ora si sono capovolte le cose.
“Qui le aspettative sono sempre alte. Dobbiamo alla città e ai tifosi il massimo impegno” prosegue Borri che poi analizza la prima parte di stagione.
“In questo inizio di stagione sicuramente non ci ha fatto piacere uscire dalla Coppa Italia e perdere contro il Fratres Perignano. È anche vero che l’organico è totalmente rinnovato e che finora avevamo lavorato su un impianto di gioco magari non automatico per la categoria. Adesso abbiamo cambiato sistema, quindi ci dobbiamo ancora assestare”.
Lo stesso calciatore giallorosso parla del futuro della squadra e sotto l’aspetto personale: “Vedo comunque un buon futuro davanti a questo gruppo, perché sotto il profilo umano ho notato dei valori significativi per l’Eccellenza, i quali a lungo andare ci porteranno punti. Ovviamente adesso abbiamo bisogno dei risultati, anche se a Certaldo e a Perignano i punteggi del campo non sono stati veritieri rispetto alle prestazioni. Mi sono integrato perfettamente a Poggibonsi, perché conoscevo quasi tutti, sia in Società che nello spogliatoio; venendo da tanto tempo di inattività ed anche alla luce di infortuni che ho subito in passato, sono riuscito comunque a non saltare troppi allenamenti durante la preparazione e mi reputo soddisfatto.
“Sul finire della partita di Certaldo ho accusato un problemino che purtroppo ha avuto strascichi per una settimana.
“Sono a disposizione dell’allenatore sia per giocare al centro della difesa che nel mezzo al campo.Non ho problemi. L’importante è dare una mano alla squadra.Stiamo vivendo un periodo molto complicato a livello sanitario. Sotto questo profilo a Poggibonsi le regole del protocollo vengono applicate alla lettera, come nel professionismo.
“La speranza è rivedere gente allo Stadio, dato che senza pubblico il calcio in queste categorie perde di valore. La salute però va anteposta a tutto”.

Advertisement
Click to comment
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: