Connect with us

primo piano

Essoussi-gol: la Sinalunghese perde 1-0 col Trestina

Published

on

SPORTING TRESTINA – SINALUNGHESE 1-0
Reti: 68′ Essoussi (ST)
Sporting Trestina (4-4-2): Mazzoni, Belli, Caruso, Xhafa, Fumanti, Della Spoletina, Sylla, Gramaccia, Essoussi, Khribech (87′ Mariucci), Benedetti (50′ Falconi). A disp. Migni, Cenerini, Benghalef, Gardi, Botteghi, Gori, Mariucci, Gabellini. All. Marco Bonura
Sinalunghese (4-4-2): Marini, Tenti, Papa, Fanetti, Pietrobattista, Corsetti (38′ Meoni), Redi, Minocci (76′ Cerofolini), Mangiaratti (56′ Doka Br.), Bucaletti (46′ De Patre), Doka Bj. A disp. Garbinesi, Menchetti, Trombesi, Romanini, Ferretti. All. Simone Marmorini
Arbitro: Boiani di Pesaro (Mambelli-Spatrisano)
Note: angoli 6-4. Ammoniti Tenti, Gramaccia, Xhafa, Belli, Pietrobattista, Fanetti, Falconi. Espulso Xhafa al 47′ per gioco scorretto (doppia ammonizione). Recupero: 1′ pt, 3′ st.

Vittoria strameritata per i bianconeri allenati da Marco Bonura che, soprattutto nel primo tempo, hanno schiacciato la Sinalunghese, costringendoli a rincorrere sulle numerose sortite offensive; la squadra senese, d’altro canto, è apparsa scarica e con pochissime idee, non riuscendo mai seriamente ad impensierire i padroni di casa. Curioso che, con questa vittoria, a salire sul podio temporaneo del girone E di Serie D sono tre formazioni umbre (Tiferno Lerchi, Cannara e Sporting Trestina, per l’appunto): un fatto mai successo almeno negli ultimi 15 anni.
La cronaca: al 3′ corner battuto intelligentemente da Pietrobattista, che rasoterra pesca Redi: il tiro di prima del numero 11 è salvato miracolosamente da Mazzoni. Al 10′ risponde il Trestina: punizione dall’out di destra di Khribech, girata volante di Fumanti, Marini para a terra. L’occasionissima, per i bianconeri umbri, arriva poco prima del 20′. Benedetti prende palla a centrocampo, e con qualche secondo di troppo prova a servire un compagno di squadra in procinto di entrare in area: il passaggio è sporcato da un difensore rossoblu che, involontariamente, serve Gramaccia, la cui conclusione è salvata miracolosamente da Marini; al 23′, l’estremo difensore senese salva anche su Belli che, partito da destra, dribbla mezza difesa, tenta la battuta a rete. E’ la squadra di Bonura a fare la partita: alla mezz’ora, Essoussi attende un’eternità prima di tirare, e l’azione sfuma nel nulla. Cambio forzato per Marmorini al 38′ con Corsetti che, a causa di un problema fisico, lascia spazio a Meoni, costringendo Tenti a spostarsi in zona centrale. A 3′ dalla fine, l’ultimo sussulto è dato da quasi autogol di Fanetti: il centrale svirgola il rilancio su un cross avversario, Marini corre all’indietro e riesce a toglierla incredibilmente dall’incrocio. Ci sarebbe spazio anche per il secondo tiro di giornata dei rossoblu ad opera di Mangiaratti, esageratamente lento per impensierire Mazzoni. La prima frazione, quindi, si conclude con un pareggio a reti bianche, ma per il Trestina sono almeno 6 le occasioni da gol.
Il secondo tempo si apre con l’ingresso di De Patre al posto di un impalpabile Bucaletti e con l’espulsione abbastanza discutibile di Xhafa, che trattiene Minocci a centrocampo in seguito ad una ripartenza ospite. Il ritmo si addormenta notevolmente, rispetto ai primi 45′ minuti di gioco: l’offensiva forsennata degli umbri si placa, e i senesi non riescono a fare di necessità virtù. La prima occasionissima rossoblu arriva al 55′: il neoentrato Doka Br. intercetta un lancio errato di Della Spoletina e tenta un cucchiaio dai 35 metri, con Mazzoni uscito dall’area a contrastarlo. La palla, però, finisce lontanissima dai pali. Poco dopo, il Trestina recrimina per un tocco di mano di Fanetti su iniziativa di Essoussi, non ravvisato dal direttore di gara (dalle immagini, ad onor di cronaca, non si capisce molto dell’accaduto). Al 68′ le avanzate dei bianconeri vengono premiate: Belli batte un corner dalla destra, la palla schizza fuori area a Khribech, la cui conclusione ciabattata finisce sui piedi di Essoussi che, dentro l’area piccola, stoppa la sfera e infila in rete. Cinque minuti dopo, la Sinalunghese perviene al pareggio ma De Patre, che gonfia la rete, viene fermato in offside dopo un illuminante lancio di Pietrobattista. La formazione di Marmorini preme, arrivando anche a chiedere un penalty per atterramento di Doka Bj.; di là, Gramaccia prosegue il suo duello con Marini, che vola alla sua sinistra e disinnesca il tiro del bianconero. Negli ultimi istanti di partita, il Trestina si limita a controllare la palla.

Advertisement
Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: