Connect with us

primo piano

Magia di Zini, la Pianese vince di misura con l’Ostiamare

Published

on

Pianese

PIANESE – OSTIA MARE 1-0
Reti:
72′ Zini (P)
Pianese: Wroblewski, Ambrogio, Chinnici, Misimovic, Bernardini, Simeoni, Marino, Kondaj (82′ Sabatini), Arras (82′ Islamaj), Candiano (71′ Remorini), Mengali (54′ Zini). A disp. Sorzi, Folino, Tampwo, Lepri, Vai. All. Guido Pagliuca
Ostiamare: Giannini, Carta, Cabella, Nanni, D’Astolfo, Mastropietro, Lazzeri, Ippoliti, Pedone (73′ De Sousa), Licciardello, Moi (82′ Esposito). A disp. Giori, Ferrari, Zoppellari, Bellini, Gabriele, Matteoli, Mastromattei. All. Stefano De Angelis
Arbitro: Bonci di Pesaro (Donati-Giovanardi)
Note: ammoniti Ippoliti, D’Astolfo, Moi, Candiano, Bernardini, Kondaj.

La Pianese torna al successo casalingo superando, al culmine di una gara a senso unico, l’Ostia Mare. Vittoria meritata sul piano del gioco e delle occasioni per la formazione di Guido Pagliuca, che allunga la striscia positiva a quattro partite, nelle quali ha conquistato tre successi e un pareggio assommando dieci punti, che ora gli fanno toccare quota 20 in graduatoria affiancando il Siena, avversario proprio domenica dei bianconeri amiatini. Ha deciso la contesa il gol nella parte finale del confronto del nuovo entrato Zini, che si è riabilitato alla grande dopo l’opaco primo tempo giocato mercoledì a Sinalunga, quando fu sostituto dopo soli 45’ da Mengali. La Pianese, che gioca al lutto al braccio in ricordo dell’ ex presidente Francesco Capretti deceduto in settimana, non recupera nè Gagliardi nè Remorini, con quest’ultimo che, comunque, si accomoda in panchina: Pagliuca, insomma, si affida al consueto 4-3-2-1, con Mengali che affianca Candiano nel supporto al terminale offensivo Arras.
Il primo tempo è tutto di marca locale, con l’Ostia Mare che non tira mai in porta. La Pianese crea alcune situazioni da rete ma, ancora una volta, la formazione bianconera palesa limiti nella finalizzazione: con una bocca di fuoco nei sedici metri finali, la formazione di Guido Pagliuca stazionerebbe nelle posizioni di vertice della classifica. Gli amiatini si rendono pericolosi al 3’ con una conclusione di Arras sventata dal portiere ospite e poi con la più ghiotta palla gol del tempo, sul finire della frazione, sempre dell’ex Foligno, con la palla che sta per rotolare in porta e viene liberata sulla linea dall’intervento determinante di D’Astolfo.
Nella ripresa la Pianese continua a spingere e passa con merito al 72′ grazie al mancino da applausi, in diagonale, di Zini. La Pianese sfiora poi il raddoppio con il colpo di testa di Sabatini. Nel finale i senesi si compattano e ripartono con ordine, fornendo però un po’ di campo alla formazione ospite, che va vicina al pari con due conclusioni, la prima di Mastropietro e poi di Lazzari, che non sortiscono l’effetto sperato. Finisce con il successo di misura, ma legittimo della Pianese, che ora può sicuramente dire la sua nel tavolo del campionato.

Advertisement
Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: