Connect with us

primo piano

Montespaccato-Siena: le interviste. Gilardino: “Sconfitta che ci serva per affrontare le prossime gare con atteggiamento diverso”

Published

on

Roma – Mastica amaro Alberto Gilardino per una sconfitta che infrange il sogno: quello di un reinserimento nella lotta al primo posto. Gilardino, espulso nel finale di gara per una decisione controversa, tanto da non voler lasciare il terreno di gioco, analizza la gara nella sua complessità.“ Non mi sono piaciuti – esordisce – gli inizi del primo e del secondo tempo. Siamo stati passivi, se vogliamo venire in questi campi per provare a vincere serve un altro atteggiamento. Sapevamo che potevamo pagare dazio alla stanchezza ma mentalmente dovevamo essere piu pronti”.“Questa – riprende – e’ una sconfitta che ci sarà utile per riprendere il percorso. Mi auguro che serva ai ragazzi per affrontare le prossime gare con un atteggiamento diverso. L’incazzatura deve essere smaltita nel modo giusto, dobbiamo ripartire subito”.

Gilardino spiega il triplo cambio di modulo nel corso della partita.“ Siamo partiti – osserva – con il 3-5-2, cercando di tenere i quinti alti, poi siamo passati al 4-3-3 a inizio ripresa e al 4-2-4 alla fine della gara, per tentare di creare più situazioni da gol. Non siamo stati nemmeno aiutati dagli episodi a favore, non so quanti angoli abbiamo calciato e quante palle abbiano diretto in area. Alcune situazioni andavano sfruttate meglio, non mi sono piaciuti i gol presi. Tra l’altro sulla punizione del 2-0 c’erano dei loro giocatori in linea e questo non è regolamentare”. Gilardino commenta poi la sua espulsione.“ È la prima volta – chiarisce – che vengo espulso senza aver detto nulla. L’arbitro ci ha chiesto chi dei nostri giocatori della panchina aveva detto che lui era scarso, Io mi sono seduto senza rispondere, mi si è avvicinato e mi ha sventolato il rosso.

Il suo atteggiamento non mi è piaciuto, un atteggiamento che ha avuto per tutta la gara, di supponenza e di presunzione”. Il finale è per i singoli.“ Sto cambiando – conclude – in base alla disponibilità delle quote, soprattutto il 2002. Dobbiamo migliorare su l’aspetto singolo del giocatore, anche se a questo punto non mancano tante partite”.Sul rosso assurdo a Gilardino e’ intervenuto in sala stampa anche il tecnico del Montespaccato, Fabrizio Ferazzoli.“ Da allenatore – le sue parole – dico che Gilardino ha ragione. Se un arbitro non riesce a capire chi dice certe cose in panchina, non può essere il tecnico a pagare. Capisco L’amarezza di Gilardino, mi dispiace, gli auguro il meglio”.

Advertisement
Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: