google-site-verification=cQK6OinVuPgJUAMXuZgjk5DkEsf1bIwQTyBAinNYAVk
Connect with us

Eccellenza

Paolo Mangini: “”O si cambia il protocollo sanitario per il ritorno in campo degli atleti o tutte le discipline sportive saranno constrette a fermarsi”

Published

on

Siena – ” Come ho già avuto modo di dichiarare in questo ultimo periodo, o si cambia il protocollo medico sanitario per il ritorno in campo degli atleti che sono stati positivi al COVID 19  e successivamente guariti  o a breve, non solo il calcio, ma  tutte le discipline sportive  saranno costrette a fermarsi. Al momento questo rappresenta il problema  dei problemi.”.  
Sono queste le parole chiare ed inequivocabili del Presidente del Comitato Regionale Toscana della Figc, Paolo Mangini. 
Ricordiamo che l’attuale protocollo, predisposto dal Ministero della Salute in base alle raccomandazioni della Federazione Medici Sportivi e in  vigore dal gennaio 2021,  prevede che un calciatore possa fare la visita per tornare a giocare solamente dopo un mese dalla sua negativizzazione. Un tempo veramente troppo lungo e che poteva essere comprensibile in quanto ancora non era iniziata la campagna vaccinale. 
Con il numero dei casi sempre in aumento questo naturalmente potrebbe  portare le compagini di ogni disciplina sportiva a non aver atleti o tesserati da schierare in campo.
Già dalla prima metà dicembre alcuni Comitati Regionali fra cui quello della Toscana hanno segnalato con forza tale importante e fondamentale problematica al Commissario straordinario .della Lega Nazionale Dilettante, Giancarlo Abete, al quale, nella riunione che si è svolta in videoconferenza il 30 dicembre,  tutti i Comitati all’unisono hanno rappresentato il forte rischio legato alla prosecuzione dei campionati qualora l’attuale procedura per la visita medica sportiva post covid non venga modificata urgentemente.
 “La situazione rispetto ad un anno fa è cambiata, abbiamo quasi tutti la seconda dose e tanti anche la terza per cui possiamo dire che il protocollo va adeguato con il momento attuale” ribadisce il numero uno della Figc Toscana.
“Il Commissario Abete si è preso l’impegno di interessare fin da subito il Presidente della FIGC Gravina. Il passo successivo dovrà vedere l’interessamento della Presidenza del CONI Nazionale affinchè con il coinvolgimento della sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali e della Federazione Medico Sportiva si possa urgentemente semplificare il protocollo medico sanitario attualmente in vigore.”
E’ già sul tavolo una prima bozza di proposta che tende a diminuire i giorni di attesa fra la negativizzazione e il momento della visita medica di idoneità all’attività sportiva.
Infine Paolo Mangini conclude in maniera inequivocabile: “E’ necessario che su questo fondamentale tema ci sia la mobilitazione, fin da subito,  anche di tutte le altre discipline sportive. La modifica deve essere fatta in tempi rapidissimi, possibilmente entro la fine di gennaio. Dopo potrebbero iniziare problemi difficilmente gestibili”
La prossima riunione fra i Presidenti dei Comitati Regionali e il Commissario Straordinario è prevista per il 5 gennaio.

Facebook Notice for EU! You need to login to view and post FB Comments!
Advertisement
Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: