google-site-verification=cQK6OinVuPgJUAMXuZgjk5DkEsf1bIwQTyBAinNYAVk
Connect with us

primo piano

Poco bianco, molto nero: Siena – Pianese finisce 0-0

Published

on

SIENA – PIANESE 0-0
Siena (4-4-2): Narduzzo; Haruna, Carminati (83′ Ruggeri), Terigi (72′ Schiavon), Farcas; Gibilterra, Agnello, Sare, Martina; Mignani, Guidone. A disp. Gragnoli, Crocchianti, Ilari, Ademi, Morosi, Gerace, Mahmudov. All. Alberto Gilardino.
Pianese (4-3-1-2): Wroblewski; Ambrogio, Folino, Gagliardi, Chinnici (59′ Lattanzi); Marino, Simeoni, Islamaj (88′ Lepri); Remorini (46′ Candiano); Arras (59′ Mengali), Zini (93′ Bernardini). A disp. Sorzi, Misimovic, Sabatini, Vai. All. Guido Pagliuca.
Arbitro: Guida di Torre Annunziata (Gibin-Santi)
Note: angoli 4-7. Ammoniti Farcas, Carminati, Folino, Zini. Recupero: 1′ pt, 3′ st.

Non il migliore dei ritorni per Alberto Gilardino, che strappa un punto ad una delle formazioni più in forma del campionato, arrivato al termine di una prestazione di certo non entusiasmante. La Pianese, sia nel primo che nel secondo tempo, è sembrata più convincente, ma nè l’una nè l’altra squadra sono mai andate seriamente vicino al gol. Prima del fischio d’inizio, Guidone consegna un mazzo di fiori sotto la Curva Robur, per i 10 anni della scomparsa di Lorenzo Guasparri.
Al 12′ bella parabola da corner di Remorini, col pallone che schizza fuori per Arras: stop e tiro a lato di poco. Risponde, dalla parte opposta, Aziz, con una ciabattata su cui Wroblewski non ha problemi. La Pianese, nel primo quarto d’ora, attacca a più riprese; la squadra locale sfrutta i numerosi errori di Simeoni, che perde qualche pallone di troppo a centrocampo, per ripartire ma non per fare male. Intorno alla metà, Martina serve Agnello, che da 40 metri conclude deboli a due metri dal palo. Al 38′, poi, una bella combinata tra Guidone e Sare permette al 42 di crossare sul secondo palo: la zuccata di Haruna, però, è centrale e debole. Sale il Siena: il team bianconero, dopo il ritorno di Gilardino, sembra una squadra totalmente trasformata: l’occasione più grossa capita quando Gagliardi perde un pallone velenoso fuori dall’area, che concede sul prosieguo dell’azione, un rigore in movimento a Guidone he, incredibilmente, sbaglia a tu per tu con Wroblewski.
La Pianese, nella ripresa, opera subito un cambio: fuori un impalpabile Remorini, dentro l’ex Candiano. Al 48′ Agnello mette in mezzo una punizione velenosa, che rimbalza davanti a Wroblewski: l’estremo difensore polacco, in qualche modo, smanaccia. Sei minuti dopo è Sare ad avere l’occasione buona ma, incredibilmente, fallisce a pochi metri dal gol. La squadra di Pagliuca, nel secondo tempo, è un po’ più disordinata rispetto ai primi 45: al 73′ Zini prova a dare una svegliata rientrando sul sinistro, ma risultando ancora inefficace nei confronti di Narduzzo. Le Zebrette rischiano di passare in vantaggio a un quarto d’ora dalla fine: Candiano vince un rimpallo dentro l’area al termine di un’azione corale e si avvicina al numero 1 locale, sparando un missile su cui Narduzzo è reattivo. Sui seguenti corner, i nuovi entrati Mengali e Lattanzi mandano alto. Il portiere ex Reggiana, per poco, combina una frittata all’82’, quando rinvia in malo modo su Zini, che però cicca completamente il tiro. Finisce così: 0-0.

Advertisement
Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: