google-site-verification=cQK6OinVuPgJUAMXuZgjk5DkEsf1bIwQTyBAinNYAVk
Connect with us

primo piano

SERIE D – Basta Baccini: il Grassina espugna l’Artemio Franchi vincendo di misura col Siena

Published

on

Siena Grassina

SIENA – GRASSINA 0-1
Marcatori: 74′ rig. Baccini
SIENA: Narduzzo; Terigi (14’ Farcas), Agnello, Carminati, Nunes (64’ Gerace), Guidone (87’ Mahmudov), Sartor (74’ Krusnauskas), Bani, Ruggeri, Bedetti (25’ Ilari), Schiavon. A disp. Gragnoli, Martina, Sare, Mignani. All. Alberto Gilardino
GRASSINA: Cecchi, De Lungo, Matteo, Nuti, Degl’Innocenti, Villagatti, Torrini, Alfarano (70’ Rosi), Baccini, Bellini, Marzierli (60’ Marafioti). A disp. Mataroni, Sottili, Benvenuti, Cavaciocchi, Marino, Diarrasouba, Candia. All. Matteo Innocenti
Arbitro: sig. Marchioni sez. Rieti (Brunetti – Ferhati)
Note: Ammoniti Ruggeri, Ilari, Degl’Innocenti. Espulso Cardini (S, vice di Gilardino) per proteste e Ilari (S) per intervento falloso. Recupero: 2’ pt, 3′ st.

Giornata esageratamente piovosa nella città del Palio: il Siena, 4° a 9 punti in classifica, affronta il Grassina, tra i fanalini di coda del girone E di Serie D, nel recupero della 5° giornata. I locali iniziano subito bene: al 3’ un tiro-cross dalla destra di Bedetti, deviata da un difensore, impensierisce non poco Cecchi; un minuto dopo, il tocco dello stesso numero 17 bianconero incontra la nuca di Sartor, che di testa manda alto. Il Grassina, nei primi minuti, è letteralmente schiavo della fitta rete di passaggi della squadra di Gilardino. Intorno al quarto d’ora, però, i fiorentini vanno vicini al vantaggio: prima con la staffilata di Bellini, che rimbalza davanti a Narduzzo abile a mandare in angolo; poi con Degl’Innocenti, su schema dal seguente corner, su cui il portiere ex Reggiana è miracoloso. Nella seguente interruzione di gioco, Terigi abbandona il campo per una noia muscolare, lasciando spazio a Farcas. La partita è vivace: Bani, uno degli “uomini” di Gilardino (era con lui alla Pro Vercelli l’anno scorso, ndr), lascia partire un siluro diretto verso il set della porta di Cecchi, che neutralizza compiendo un’autentica prodezza. Piove sul bagnato (ancor di più di quanto posso farlo in questa nuvolosa giornata di inizio dicembre) per il Siena, che al 25’ è costretto a sostituire anche Bedetti, fino a quel momento il più attivo, con Ilari. Il Grassina si fa trovare impreparato più volte, lasciando libera la corsia di destra in più occasioni: è su di essa che nascono i maggiori pericoli di marca locale, con Guidone in continuo movimento e con Nunes, che su corner battuto da Agnello, alza di poco. Il match poi diventa lento e combattuto: degno di nota, un rigore assegnato – più o meno – dal direttore di gara ai padroni di casa per fallo su Nunes, smarcato dal traversone di Schiavon: il primo assistente Brunetti, però, ravvisa un fuorigioco su Ruggeri – a cui non arriva materialmente il pallone, ma che comunque è “parte attiva” del gioco – e alza la bandierina. Nei due minuti di recupero non succede niente: la prima frazione di gioco termina 0-0.
Il secondo tempo si apre senza cambi e con il Siena che riparte come aveva concluso: su calcio da fermo gli ospiti soffrono tantissimo, e per poco la zampata di Carminati porta in vantaggio la squadra di casa; Cecchi è però attento e fortunato a trovarsi il pallone addosso. Innocenti cambia in attacco: fuori lo spento Marzierli, dentro il giovanissimo Marafioti; i bianconeri rispondo con due occasionissime: prima con la staffilata di Schiavon che fa la barba al palo, poi con il tiro centrale di Guidone, respinto dal portiere fiorentino. Il match diventa maschio: i rossoverdi, trascinati da Torrini, si affacciano qualche volta nella metà campo avversaria, ma non impensieriscono mai Narduzzo. Su contropiede, la difesa di Innocenti si fa trovare impreparata: il Siena potrebbe colpire, ma la mira di Guidone fa cilecca. Gilardino vuole i tre punti, e a 16’ tenta il tutto per tutto facendo entrare l’ultimo arrivato Krusnauskas. Al 77’ gli ospiti vanno vicinissimi al vantaggio: il diagonale di Marafioti, defilato, viene sporcato da Narduzzo in angolo; proprio su corner, dopo un batti e ribatti, Matteo conclude verso la porta, colpendo Ilari: secondo il direttore di gara è rigore, perché il terzino bianconero “para” il pallone con il braccio (in verità, dal successivo replay, si vede che la sfera impatta sulla coscia). Il giocatore viene ammonito per la seconda volta e di conseguenza espulso: il rigore seguente, battuto da Baccini, spiazza incolpevolmente l’estremo difensore senese. Al 79’, quindi, gli ospiti vanno in vantaggio. La squadra dell’ex campione del mondo prova subito a pareggiare i conti, ma ancora una volta Cecchi si supera, compiendo una prodezza in uscita su Bani. I senesi si riversano completamente in attacco: Mahmudov tenta il jolly nel recupero, ma la palla finisce fuori. Sale anche Narduzzo per l’ultimo calcio d’angolo, ma non c’è più niente da fare: il Grassina espugna l’Artemio Franchi di Siena e abbandona la parte bassa della classifica; per il Siena, invece, si tratta di un notevole e non innocuo passo indietro nel proprio campionato: una giornata veramente grigia per i bianconeri.

Advertisement
Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: