google-site-verification=cQK6OinVuPgJUAMXuZgjk5DkEsf1bIwQTyBAinNYAVk
Connect with us

primo piano

Tra Sinalunghese e Foligno vince il fango: è 0-0

Published

on

SINALUNGHESE – FOLIGNO 0-0
Sinalunghese:
Marini, Meoni (90′ Doka Br.), Papa, Fanetti, Pietrobattista, Tenti, Redi, Cerofolini, Doka Bj., Bucaletti (80′ Sciacca), Mangiaratti. A disp. Garbinesi, Menchetti, Pinsuti, Minocci, Trombesi, Ajdini, Ferretti. All. Simone Marmorini
Foligno: Meniconi, Colarieti, Rossi, Sanseverino, Fondi, Nuti, Giabbecucci, Marianeschi, Mancini (78′ Broso), Zerbo (90′ Aldrovandi), Piancatelli (78′ Fiki). A disp. Marricchi, Currieri, Aldrovandi, Betti, Asllani, Dondoni, Piermarini. All. Antonio Armillei
Arbitro: Garofalo di Torre del Greco (Siracusano-D’Ettorre)
Note: angoli 6-4. Ammoniti Nuti, Fanetti, Papa, Sanseverino, Tenti. Espulso Fondi (F) al 90′ per fallo da ultimo uomo.

Ritmo discretamente alto, partita senza un vincitore: Sinalunghese e Foligno non si fanno troppo male e portano a casa un punto che non fa male a nessuno ma che, allo stesso tempo, fa precipitare i rossoblu di Simone Marmorini al terzultimo posto in graduatoria. I locali hanno mostrato comunque sprazzi di buon calcio arrivando spesso e volentieri in area avversaria mancando però di freddezza nel momento topico.
La cronaca: all’8 un tiro-cross di Meoni rischia di tramutarsi in gol, ma il pallone finisce soltanto per sfiorare la traversa; due minuti dopo Bucaletti fa copia-incolla – ma con una traiettoria diversa -, e la palla sfiora il palo. La risposta del Foligno è affidata al sinistro di Zerbo, che esce di un metro buono alla sinistra di Marini. Gli umbri pressano: su corner, Zerbo scambia con Marianeschi e la mette in mezzo per Mancini, che sporca il pallone di testa e fa la barba al palo. Al 20′ Bucaletti guadagna un calcio di punizione da posizione interessante (su cui viene ammonito Nuti), ma lo batte debolmente. Si continua fino al minuto 27, in cui la Sinalunghese ha la chance più grande per andare in vantaggio: Mangiaratti entra in area e serve Bucaletti sul secondo palo, che a sua volta mette a rimorchio a Redi, la cui conclusione di sinistro è salvata da Meniconi; sul rovesciamento di fronte, Cerofolini perde palla a favore di Colarieti, dal cui destro parte un missile terra-aria: Marini salva in due tempi. Al 40′ Redi fa suo un rilancio di Fondi e smista sulla sinistra per l’accorrente Mangiaratti: entrato in area, l’ex Perugia conclude contro la parte esterna della rete.
Nessun cambio nella ripresa: gli allenatori continuano ad affidarsi ai titolari del match. Nel frattempo, il fondo del campo peggiora e il gioco ovviamente ne risente, con il pallone che spesso e volentieri rimbalza senza una traiettoria precisa. Al 57′ ennesima occasionissima per la Sinalunghese: Redi mette dentro un pallone destinato al fondo, Doka Bj. incorna verso l’incrocio opposto e Meniconi fa il Marini della situazione, smanacciando in angolo. Proprio il numero 1 rossoblu sbaglia un rinvio, concedendo a Mancini e Zorba la possibilità di punire: il tiro, però, è debole e centrale. La partita si addormenta con il passare dei minuti fino all’84’, minuto in cui Pietrobattista sveglia i dormienti calciando col mancino a lato di qualche metro ma dando l’illusione del gol. Come già successo nei primi quarantacinque, questo episodio da il via per il risveglio del Foligno: Tenti fa uno stop errato, triangolazione Broso-Zerbo che porta il primo alla conclusione in estirada che termina fuori per questione di centimetri. Entra anche il nuovo aquisto della Sinalunghese Damian Sciacca: alla prima palla toccata, l’argentino lancia in campo aperto Doka Bj., che dopo pochi metri sbatte contro Fondi. Il direttore di gara fischia il calcio di punizione ed espelle un po’ a sorpresa il capitano umbro: saranno 3 minuti di recupero in cui i locali, seppur in superiorità numerica, non raggiungeranno la porta. 0-0 finale.

Advertisement
Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: