google-site-verification=cQK6OinVuPgJUAMXuZgjk5DkEsf1bIwQTyBAinNYAVk
Connect with us

primo piano

Tracollo Sinalunghese, il Trastevere vince 4-0

Published

on

TRASTEVERE – SINALUNGHESE 4-0
Reti: 13’ Bertoldi (T), 32′ Bertoldi (T), 56′ Lorusso (T), 59′ Giordani (T)
Trastevere: Casagrande, Agresti, Sbardella (67′ Rizzi), Sannipoli (72′ Conti), Tarantino, Giordani, Bertoldi (64′ Milani), Sabelli, Fontana (72′ Tajarol), Crescenzo (80′ Bartolotta), Lorusso. A disp. De Matteis, Tancredi, Coccia, Madeddu. All. Sergio Pirozzi
Sinalunghese: Marini; Meoni, Fanetti, Tenti, Papa; Cerofolini, Pietrobattista, Mangiaratti (57′ Ferretti); Redi (57′ Sciacca), Doka Bj. (87′ Menchetti), Bucaletti (64′ Pierangioli). A disp. Garbinesi, Menchetti, Romanini, Minocci, Trombesi, Doka Br. All. Simone Marmorini
Arbitro: Acquafredda di Molfetta (Balbo-Caputo)
Note: angoli 9-2. Ammonito Cerofolini, Sbardella.

Pessima giornata per la Sinalunghese, arrivata al Trastevere Stadium in una giornata in cui le nuvole, più che in cielo, si sono viste in campo. Il team del rione romano è stato un carrarmato per tutti i 90 minuti, e non ha concesso la minima possibilità ai chianini di creare grattacapi a Casagrande. Grazie a Bertoldi, che aveva già punito sia il Siena che la Pianese, il Trastevere ha chiuso la pratica nel primo tempo, per poi tornare in campo nella seconda frazione di gioco senza troppi timori. La Sinalunghese, irriconoscibile, a rincorso i locali per tutta la partita, non risultando mai propositiva e mai in grado di fare male.
Passiamo alla cronaca. Parte subito in avanti la squadra laziale: Crescenzo allarga per l’accorrente Bertoldi, che vede a rimorchio Lorusso, la cui conclusione è centrale e telefonata per Marini. Risposta rossoblu con Meoni per Bucaletti, troppo debole però per impensierire Casagrande. Al 13’, arriva il primo patatrac. L’estremo difensore locale Casagrande effettua un rinvio lunghissimo che finisce dalle parti di Bertoldi, scattato in posizione regolare alle spalle di Papa: il numero 7 addomestica la sfera e fa un pallonetto su Marini, di qualche metro fuori dai pali, gonfiando la rete. Incredula la difesa senese, salita male per attuare la trappola del fuorigioco. Sette minuti dopo, a ciccare la palla in zona difensiva è Tenti: questo concede l’approdo in area di rigore di Fontana, che con la coda dell’occhio nota l’accorrente Lorusso. Servito, l’11 colpisce col piattone, ma Marini si tuffa e salva un gol praticamente fatto; l’estremo difensore rossoblu si ripete sulla ribattuta, quando è un felino a rimettersi in piedi e a mandare in angolo una rete praticamente fatta di Crescenzo. È un Trastevere vivace, che fa la partita al cospetto di una Sinalunghese che, soprattutto, sul lato sinistro, viene infilata con una facilità disarmante. Non per niente, gli amaranto – oggi in tenuta verde – al 32’ raddoppiano. Fontana allarga per Bertoldi, a cui Papa lascia troppo spazio per agire: l’esterno calcia un siluro di collo destro che buca Marini e porta sul 2-0 i suoi. Tre minuti dopo anche Lorusso vorrebbe entrare nel tabellino marcatori, ma la sua bordata al volo da fuori area, su azione da corner, finisce di poco a sopra la traversa. Non ci sono possibilità, per i senesi, di rientrare in partita prima del termine della frazione di gioco: Redi è l’unico che prova con qualche sgroppata ad accendere il ritmo della partita ospite, ma Doka Bj., Bucaletti e Pietrobattista non arrivano mai ad incidere. Il Trastevere, meritatamente, torna negli spogliatoi in doppio vantaggio.
Comincia a piovere, e sulle tribune si aprono i primi ombrelli. La ripresa, oltre che qualche goccia d’acqua, porta anche il tris della squadra romana: Lorusso è bravissimo a prendere il pallone schizzato verso il vertice dell’area in seguito ad un calcio d’angolo e, rientrato sul destro, conclude a giro al set. La Sinalunghese soffre eccessivamente i calci da fermo: due minuti dopo, Giordani svetta di testa e butta, per la quarta volta, il pallone in fondo al sacco. Marmorini non può che rimescolare le carte in tavola, per addolcire quella che ha tutti gli aspetti di una sconfitta pesante: dentro Ferretti, Sciacca e il nuovo arrivato Pierangioli, fuori Mangiaratti, Redi e un impalpabile Bucaletti. Proprio l’italoargentino tenta, a 20′ dalla fine, una girata che avrebbe dovuto avere più fortuna. Al 77′, invece, Milani si affaccia dalle parti della difesa avversaria, decidendo di tirare invece di servire un suo compagno, ma trovando sulla sua strada Marini. I rossoblu sono completamente in bambola: anche il neoentrato Tajarol – che aveva già affrontato la Sinalunghese nei playoff nazionali del 2017/2018 con la maglia del Pomezia – cerca la via del gol, ma prima il portiere ospite è bravo ad intercettare con i piedi e poi l’attaccante viene fermato in offside. Decisamente curiosa la mossa dell’allenatore toscano sul finale: Menchetti rileva Doka Bj. e si posiziona al centro dell’attacco. Non servirà a niente: l’arbitro effettua il triplice fischio e manda, definitivamente, le squadre negli spogliatoi.

Facebook Notice for EU! You need to login to view and post FB Comments!
Advertisement
Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: